Garda Lake

Natale Gardesano

A Torbole le luci del Natale, per non sbagliarsi, accendono l'intero cielo e si possono trovare palle di fuoco su alberi di Natale in incognito.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
A Riva il Natale si nasconde dietro un cielo troppo blu che ha il retrogusto dell'estate passata.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Home is where the heart is.... 

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
e dove c'è il Gatto, ovvio.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com


Mercatini di Natale di Arco

Una quarantina di casette con articoli natalizi, di artigianato e gastronomici sorgono anche quest'anno attorno alla Chiesa Collegiata di Arco. 
Il calendario dell'avvento proiettato sulle facciate di piazza 3 novembre, il grande albero e il castello illuminato creano una scenografia di luci tutta speciale.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

Prodotti tipici e degustazioni varie (strudel, strauben, vin brulè, castagne ecc.) invitano i più golosi ad assaggi gustosi. 

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
E come ogni anno gli animali della fattoria sono ospiti del mercatino di Arco: caprette, asinelli e animali da cortile e ovviamente i poney, che i bimbi possono  cavalcare. 


image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
Ogni fine settimana sono previsti diversi appuntamenti: visite guidate nel centro storico della città di Arco, mostre di presepi, giri del centro a bordo del trenino, spettacoli musicali e concerti natalizi.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com


Tradizioni di Natale

Ho come l'impressione che non sia proprio un buon segno, ma da qualche anno a questa parte il nostro Natale è segnato da alcune tappe imprescindibili che sono diventate ormai dei veri e propri rituali. 
La meta iniziale è la casa madre, là dove tutto ha avuto origine, sulle sponde del lago di Garda. Dove ci sono gli affetti, i ricordi e le tradizioni culinarie, come lo zelten, che confeziono con le mie manine in terre lontane per riportarlo poi sul suolo natìo (lo spritz no, quello lo trovo sul posto).

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Ci sono poi mercatini di Arco... bè più o meno quelli, ché la vigilia di Natale restano chiusi per riaprire poi a Santo Stefano, quando noi siamo già ripartiti. 

image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
Un Natale poi non è un Natale senza le Terme del Garda: la sera del 25 dicembre si trascorre in ammollo nel laghetto di Villa dei Cedri a Colà di Lazise, sotto le stelle e in mezzo ai vapori e ai getti di acqua termale.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

 

La tappa successiva è a Bergamo, nella radio number one, a salutare Luca durante la diretta del 26 Dicembre.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

E l'ultima quella di Melzo, all'Arcadia, per assistere alla magica proiezione del film in sala Energia; quest'anno era la volta dello Hobbit, la Desolazione di Smaug, il seguito di quello visto esattamente un anno prima più o meno sulle stesse poltrone.

image from farm6.staticflickr.com
Un pellegrinaggio natalizio che scalda il cuore perché ti conferma che le cose belle, anche se sono lontane, le puoi sempre ritrovare, se lo vuoi.

(qualcosa mi dice che Natale 2014 sarà molto simile a quello appena trascorso e, alla fine, ripensandoci, credo che sia proprio un buon segno).


Mercatino dell'usato ad Arco

Era da tanto che non tornavo al paesello; a dire il vero le mie visite sul suolo natìo si fanno sempre più rare, non c'è da stupirsi quindi se rivedere certi scorci ultimamente mi emoziona un po'. 
La piazza 3 novembre, le vie del centro in cui sono cresciuta giocando nei cortili, i giardini pubblici e ovviamente il castello che osserva tutto dall'alto non possono che risvegliare pensieri nostalgici in chi, come me, oltre ad essere lontano, comincia ad avere l'età dei datteri!

IMG_6752
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm6.staticflickr.com
Ma il profumo del tempo perduto questa volta aleggiava nell'aria anche per un altro motivo: su tutta la spianata di piazzale Segantini, attorno alla chiesa Collegiata e lungo il viale delle Magnolie aveva luogo, come ogni terzo sabato del mese -mi hanno spiegato- un grande mercatino dell'usato. 

image from farm3.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.comimage from farm3.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.com
 

La vecchia radio di papà, il centrotavola della mamma, la macchina da cucire della nonna, i fumetti e i giochi di quando ero bambina e la mia prima macchinetta fotografica fanno capolino tra i classici pezzi di antiquariato e modernariato; accanto alle bancarelle di abiti di seconda mano e di suppellettili tra le più introvabili e improbabili spuntano libri, dischi e oggetti di artigianato.

image from farm8.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
E dopo aver fatto 75.000 foto l'impressione è quella di aver quasi ricomposto una specie di puzzle....

image from farm6.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
in cui l'ultimo pezzo è il profumo del gelsomino.
Il 15 giugno non può che essere quello. 


Home is....

... where the heart lives.
E il mio è chiaramente tuffato nel lago di Garda.
Finalmente sono riuscita a trascorrere qualche giorno con la mia famiglia d'origine e ieri la visione di cui i miei occhi si sono potuti beare è stata la seguente

IMG_6730
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Una giornata molto calda, anche se un po' afosa, ma che mi ha permesso di fare il rituale "battesimo del lago" senza il quale l'estate 2013 non sarebbe stata del tutto completa.

image from farm3.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

L'acqua del lago è ancora fresca, ma in fondo non tanto quanto mi sarei aspettata e in ogni caso poco dopo c'è stato ampiamente modo di riscaldarsi alle "Garda Thermae" la piscina termale che sorge da qualche anno nella propagine del comune di Arco che si estende fino al lago. Un momento davvero piacevole, anche se non so se la gradevolezza della situazione dipendesse più dal posto o dalla compagnia di affetti così cari.

IMG_6737

image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
Non mi sono premurata di controllare quali benefici avessero nella fattispecie queste acque termali, in ogni caso dopo stavo meglio!


Il Garda (trentino) a novembre

È capace di belle sorprese.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
e anche di piacevoli riscoperte.
Come la passeggiata sul monte Brione che offre una vista spettacolare su tutta la porzione di lago trentina.
Nago e il Castel Penede, Torbole, le foci del Sarca e il Lido di Arco; infine anche Riva del Garda. Mentre si sale lungo il sentiero panoramico i paesaggi si aprono sempre di più allo sguardo.

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Verso sud il lago lascia ammirare i suoi riflessi argentei

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Il tempo era un po' grigio, ma i colori c'erano tutti lo stesso. 
Del resto perché avrebbero scelto di immortalare proprio questo soggetto  i Modà con Jarabedepalo nel loro video "Come un pittore" ? 
Il Garda trentino col Brione circondati dall'azzurro del cielo e del mar... ops... del lago!  

Brione
Qui sotto il video completo, girato sulla spiaggia di Malcesine.

 


I presepi di via Stranfora ad Arco

Via Stranfora (dal latino trans forum, vale a dire "oltre la piazza") è la strada principale del quartiere medievale di Arco, quell'insieme di viuzze e vicoli che sorgono sotto il versante sud-ovest della rocca del castello. L'atmosfera è già bella di per sé, lungo le strade ciottolate e tra le case con i balconi in legno alla trentina, i portoni e gli avvvolti antichi, ma nel periodo prenatalizio il quartiere sperimenta il suo lato più fantasioso proponendo un'originale rassegna di presepi di tutte le fogge.
Ricamati come degli arazzi, dipinti sui gusci d'uovo o su taglieri di legno, scolpiti nel legno o nel metallo, di stoffa, di paglia, di pane, o inventati a partire dagli oggetti più strani. Oppure rispettosi delle usanze più comuni, con le classiche statuine attorno alla tradizionale capanna.
Come quello nella chiesetta di San Bernardino che si trova ai piedi della via, che rende omaggio in questo modo alla torre sotto la quale sorge:

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Ne spuntano ovunque, di grandi o microscopici, costruiti nei porticati, in piccolissime nicchie tra le mura antiche, nelle aiole, nei cortili o nelle fontane... ce n'è circa 50!

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com


Mercatini di Natale ad Arco

Sono cominicati la settimana scorsa  e dureranno fino alla vigilia di Natale.
Sono i caratteristici mercatini natalizi che si svolgono tutti gli anni attorno alla Chiesa Collegiata nell'amena cittadina del Garda trentino.
Per il prossimo mese  durante il week end Piazza 3 Novembre, piazza Marchetti e il piazzale Segantini antisante i giardini pubblici si animeranano delle luci e dei colori, delle decorazioni e della festa che fanno da contorno alle festività di fine anno.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Oltre alle classiche casette che propongono idee regalo di fattura artigianale, decorazioni, gastronomia e vin brulé, ci sono anche diverse animazioni; nei pressi dei giardini pubblici c'è la possibilità di far cavalcare un pony al proprio bimbo o di prendere uno dei trenini che fanno il giro del rione medievale della città, quello che sorge proprio sotto il celebre castello e che ospita per l'occasione una originale esposizione di fantasiosi presepi.

E poi c'è il calendario dell'avvento proiettato sulle facciate dei palazzi: a partire da dicembre il numero corrispondente alla giornata in corso cambierà di colore fino ad arrivare ad un fantastico Natale variopinto.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com