Previous month:
November 2014
Next month:
January 2015

December 2014

Le rocce rosse in inverno

Ieri era davvero la giornata ideale per rifare la passeggiata che parte dal Cap Roux e che per varie strade e sentieri si snoda attraverso il bosco demaniale dell'Estérel.
Il Pic du Cap Roux domina su di noi e sul mare.

image from www.flickr.com

I colori qui sono sovrani. Si parte dalla Corniche d'Or, che prende il suo nome giustappunto dall'oro delle rocce rosse, il cui contrasto con il blu del cielo e dell'acqua e il verde della vegetazione mediterranea perenne, crea uno spettacolo sempre sorprendente.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
La neve sulle cime in lontananza ci ricorda che l'estate è lontana e questa volta alla spiaggia preferiamo il sentiero che sale.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
La vista verso Agay è sempre 
mozzafiato col mare che brilla di tutto il suo argento.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Abbiamo fatto (più per caso che per scelta) il percorso breve che, dopo la parte di strada asfaltata fino al suo limite occidentale, sale con uno stretto sentiero fino al Col du St Pilon per poi ridiscendere a valle.
Avremmo preferito passare per le guglie più alte come la volta precedente, ma va bene così per questa volta, considerando che abbiamo comunque camminato per tre ore e che in questa stagione le giornate corte e il sole basso non assicurano temperature miti fino a sera.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
C'è da dire che, nonostante il vento che soffiava freddo da sud-ovest, la temperatura al sole era ideale e l'aria (probabilmente proprio a casa del vento) talmente limpida da incidere i contorni delle cose con una chiarezza indicibile.

image from www.flickr.com

 


Chemin de Crèches à Théoule-sur-mer

Fino al 5 gennaio sono ancora visitabili i presepi esposti a Théoule-sur-mer.
Si tratta di un percorso che prevede installazioni in vari luoghi della cittadina e un'esposizione con decine di natività provenenti da tutto il mondo.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

Italia, Messico, Fiandre, Russia, Germania, Angola, Portogallo, Canada sono solo alcune delle nazioni di provenienza di questi presepi, ognuno dei quali raffigura la nascita di Gesù con stile e colore differente, ognuno a raccontare con un linguaggio speciale una storia universale.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Il più affascinante è senza dubbio il grande presepe meccanico italiano, che conta una schiera di statuine semoventi dalle fattezze e dai movimenti davvero elaborati, con una ricchezza di dettagli sorprendente.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
 


Natale Gardesano

A Torbole le luci del Natale, per non sbagliarsi, accendono l'intero cielo e si possono trovare palle di fuoco su alberi di Natale in incognito.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
A Riva il Natale si nasconde dietro un cielo troppo blu che ha il retrogusto dell'estate passata.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Home is where the heart is.... 

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
e dove c'è il Gatto, ovvio.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com


I nostri ragazzi di Ivano De Matteo

Nos-enfants-de-matteo-14176

Arrivando alla terza settimana di programmazione in Francia, “Nos Enfants” (I nostri ragazzi) dà ulteriore conferma di quanto il pubblico d’oltralpe sia in sintonia con le opere di Ivano De Matteo, che da sempre ha qui ottenuto un apprezzamento speciale.

E ancora una volta De Matteo riesce a colpire nel segno con questo film che è, come i suoi precedenti, soprattutto uno sguardo sull’uomo e sulla sua complessità.
Uno sguardo penetrante, fatto anche di piani strettissimi e messe a fuoco iperselettive, di occhiate furtive attraverso porte e quinte, che lasciano intendere che la scena è in realtà molto più ampia di ciò che appare, e di riprese che inseguono il punto fermo che non c’è più nella vita dei protagonisti sconvolta da un evento drammatico.

Come già in “La Bella Gente” e ne “Gli Equilibristi" Ivano De Matteo ci racconta cosa diventa l’essere umano, anche quello mosso dalle migliori intenzioni, quando è sconvolto da un evento inatteso, tragico e in questo caso decisamente assurdo.
L’uccisione in modo crudele e violento di una senzatetto da parte di due ragazzi "di buona famiglia" mette in moto una serie di dinamiche nelle vite delle rispettive famiglie, che sono quelle di due fratelli molto diversi, che reagiscono in modo diverso di fronte alla grave colpa dei ragazzi.
La storia più che essere narrata si manifesta allo spettatore attraverso il suo riflesso nelle vite dei personaggi (molto intense le scene in cui i dialoghi lasciano spazio alla splendida colonna sonora, scene che corrispondono alle sequenze in cui i protagonisti si comunicano le decisioni cruciali) come riflessa è spesso l'immagine restituitaci dai numerosi specchi attraverso cui i protagonisti ci appaiono.

Liberamente tratto dal romanzo "La cena" di Herman Koch, a sua volta ispirato a un fatto di cronaca avvenuto a Barcellona nel 2005, “I nostri ragazzi” ci pone davanti, prima ancora che a considerazioni di carattere sociologico e psicologico, al problema del giudizio sul singolo e sulla sua condotta.
E quanto pesano i facili schemi in cui siamo soliti incasellare, spesso nostro malgrado, persone ed eventi risulta chiaro e violento come un pugno nello stomaco nella scena finale, che ci dà al tempo stesso la chiave di lettura dell’intero film.

 

 

 

  


Mercatini di Natale di Arco

Una quarantina di casette con articoli natalizi, di artigianato e gastronomici sorgono anche quest'anno attorno alla Chiesa Collegiata di Arco. 
Il calendario dell'avvento proiettato sulle facciate di piazza 3 novembre, il grande albero e il castello illuminato creano una scenografia di luci tutta speciale.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

Prodotti tipici e degustazioni varie (strudel, strauben, vin brulè, castagne ecc.) invitano i più golosi ad assaggi gustosi. 

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
E come ogni anno gli animali della fattoria sono ospiti del mercatino di Arco: caprette, asinelli e animali da cortile e ovviamente i poney, che i bimbi possono  cavalcare. 


image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
Ogni fine settimana sono previsti diversi appuntamenti: visite guidate nel centro storico della città di Arco, mostre di presepi, giri del centro a bordo del trenino, spettacoli musicali e concerti natalizi.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com


Fêtes de la Lumière - Saint-Raphaël 21 dicembre 2014

Nel giorno più corto dell'anno la cittadina di Saint-Raphaël festeggia proprio la luce che da oggi ricomincia ad avere la meglio sul buio.

Il 21, 22, 23, 24 e 25 dicembre una serie di manifestazioni celebrano il solstizio d'inverno e preparano alle feste di fine anno.

Il vecchio porto diventa teatro di proiezioni magiche: uno spettacolo di Philippe Cozten metterà letteralmente in luce gli edifici del quai Albert 1er, la Cattedrale di Notre-dame de la Victoire, le barche e il mare stesso, rievocando in 10 quadri avvenimenti storici e leggendari legati al Mediterraneo.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
La serata inaugurale inizia con una parata fiabesca di mascheroni illuminati: Les Allebrilles:

 

 

 

 

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Altri spot sono accesi sulla facciata della Cattedrale stessa dove si succedono suggestivi giochi di luce, in place Coullet, dove sorge una foresta incantata, e lungo tutto il lungo mare che culmina in una grande ruota.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Altri spettacoli speciali sono previsti il 25 e il 26 dicembre (Fiers à Cheval) e il 31 dicembre con la parata musicale e i fuochi d'artificio.
 


Monaco spettacolare

image from www.flickr.com

Metti un sabato pomeriggio a Monaco; metti che hai programmato di farti una bella pattinata sulla bellissima pista allestita alle piscine, ma quando arrivi trovi questo:

 

Magic Circus on Ice, uno spettacolo incredibile di danza, acrobazia, illusionismo e umorismo interpretato dalla compagnia Patin'air. 

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Non tutti i mali vengono per nuocere: dopo la visione di questo show anche i pattini portati appresso inutilmente per tutta la serata ci pesano un po' meno.

Il villaggio di Natale risuona anche di altre note: mentre passeggiamo tra le casette ci cattura la musica di questo quartetto jazz. 

 


image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Insomma pare proprio che ci siano più star sul porto di Monaco di quante siano le stelle in cielo....

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
Almeno a Natale.


Village de Noël de Nice et Promenade du Paillon

Dal 5 dicembre al 4 gennaio, per un mese la place Masséna a Nizza si trasforma in un villaggio formato da una sessantina di piccole baite in legno sfavillanti di luci. Due viali che ospitano articoli natalizi e artigianali e anche prodotti dolciari e gastronomici.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
La pista di pattinaggio lì a fianco prevede sei sessioni di un'ora ciascuna al giorno: per 5 € pattini inclusi si può scivolare sul ghiaccio sotto la grande ruota panoramica.

image from www.flickr.com

Sulla Promenade du Paillon la ricostruzione luminosa del Casino de la Jetée crea giochi di luci e riflessi molto suggestivi e delle decorazioni tratte dai disegni dei bambini dell'opedale Lenval brillano vicino all'area dei giochi.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
Uno spettacolo di luci e suoni sarà proiettato dal 21 dicembre fino al 4 gennaio (alle 18, alle 19 e alle 20) sulla facciata sud del Théâtre National de Nice. Si tratta di un video che riproduce in modo fiabesco i momenti salienti di Nizza durante la Belle Epoque, eccolo: 

 

Anche sugli edifici di Place Masséna alle spalle della fontana di Apollo proiezioni luminose colorano le facciate, ma è la grande roue la protagonista assoluta della scena.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
In funzione dalle 11 alle 23, regala uno spettacolo unico, sia dalle sue navicelle, sia dal basso creando un fondale di festa grandioso.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com





Village de Noël de Cannes

Come ogni anno il Villaggio di Natale di Cannes, installato sulle Allées de la Liberté dal 28 novembre al 4 gennaio, è accompagnato dalla Foire Foraine, il grande Luna Park che occupa la spianata della Pantiero, proprio lì di fronte.
Alcune delle attrazioni presenti, dall'architettura a volte anche molto complessa, fanno venir voglia di tornare bambini, almeno per un paio d'ore, giusto il tempo di buttarsi da uno scivolo gigante o entrare nella casa stregata a farsi confondere un po' le idee da labirinti di specchi e scherzetti vari.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Il mercatino di Natale è uno dei più grandi della Côte d'Azur con i suoi oltre sessanta chalets che, sotto un cielo magicamente stellato, ospitano prodotti artigianali, ma anche dolciumi e specialità gastronomiche.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Una pista di pattinaggio completamente gratuita (riservata ai bambini al mattino e a tutti nel pomeriggio) accoglie, nelle domeniche prenatalizie, anche spettacoli e commedie musicali su ghiaccio ad opera di atleti di calibro internazionale.
 

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

Lo chalet di Babbo Natale è a disposizione dei bambini per sedute fotografiche gratuite.

image from www.flickr.com
Prossimo appuntamento il 31 dicembre sulla Croisette, quando la Baia di Cannes sarà illuminata dal fantastico spettacolo piromelodico di fine anno, questa volta sul tema di James Bond.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com