Previous month:
February 2014
Next month:
April 2014

March 2014

Remembering Fitnessland

Non ricordavo nemmeno di preciso il momento in cui abbiamo cominciato a frequentare la sala delle Baumettes. Iscritti all'Espace Wellness, all'inizio la frequentavamo sporadicamente, essendo all'epoca possibile l'accesso a entrambe.
E' stato cercando i documenti video e fotografici per creare questo articolo che ho trovato un primo filmato relativo a un corso di Body Jam datato aprile 2010 (e probabilmente non era il primo) e che ho realizzato che quattro anni sono quelli passati ad allenarci e divertirci in questa palestra.
Ed è stata proprio la scoperta del Body Jam a farci optare per Fitnessland quando abbiamo dovuto scegliere in quale delle due iscriverci in maniera esclusiva.

Nei due montaggi che seguono alcuni dei momenti più significativi, a partire proprio da quel Body Jam di quattro anni fa. Uno scorrere dei mesi e degli anni, scanditi dagli appuntamenti con i lanci delle coreografie Les Mills, ma anche da altri eventi e corsi speciali, tutte le occasioni erano buone per travestirsi e fare festa! 




A proposito di festa, memorabile resta quella fatta sulla spiaggia all'Hi beach il 15 giugno 2011 per celebrare i 15 anni dela sala: due corsi speciali di sh'bam e body combat seguiti da buffet musica e spettacoli serali. 

image from farm4.staticflickr.com

image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.com

Altre immagini del clima speciale che vi si respirava nella galleria che segue:
22 aprile 2011 pronti all'attacco, i lancements delle nuove coreografie Les Mills sono sempre stati un'ottima occasione per travestirsi e fare spettacolo!

image from farm3.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
1 settembre 2011, un challenge per due corsi di un'ora e trenta ciascuno, un Body Jam e un Body Combat su tema africano, code dress verde giallo e rosso.

image from farm7.staticflickr.com
image from farm7.staticflickr.com

7 gennaio 2012 ancora dei Lancements: Body Combat, Body Pump, Body Attack, Sh'Bam, Body Jam e Body Balance. Quella volta avevamo fatto quasi l'en plein.

image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
E ancora, lancements del14 aprile 2012: quattro bei corsi come regalo di compleanno!

image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Giugno 2012 passerà agli annali per la "crazy week": I lancements di fine mese sono preceduti infatti da un'intera settimana di follia con travestimenti a sorpresa, scherzi e risate da parte di un team di istruttori davvero fuori di testa!

image from farm8.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Il tutto per anticipare i "Crazy Lympics Lancements" del 30 giugno 2012: in onore delle Olimpiadi tutti travestiti da antichi condottieri, centurioni, filosofi e, ovviamente, atleti!

image from farm9.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
6 aprile 2013: è la volta delle guerriere!

image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
Mentre l'8 giugno 2013 la sala è animata dell'evento delle Tosca Sisters: due ore di step e energia prima di tuffarsi in mare!

image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
Hawayan/flashy style per i lancements del 6 luglio 2013:

image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
E giallo per quelli di Ottobre 2013

image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Il 31 ottobre 2013 è Halloween l'ottimo pretesto per travestirsi e fare festa

image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
27 dicembre 2013: quale modo migliore per festeggiare l'approssimarsi del nuovo anno che uno step col botto?

image from farm4.staticflickr.com
Non potevamo saperlo ma quelli del 18 gennaio 2014 (tema cinese) sarebbero stati gli ultimi lancements ad avere luogo a Fitnessland

image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
e il 25 febbraio 2014 a Carnevale pensavamo davvero che "ogni scherzo valesse"

image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Anche se in effetti a tutto c'è un limite.... no, non mi riferisco alla parrucca di Marco (quoi que...) ma al fatto che tre giorni dopo la nostra sala avrebbe chiuso in maniera improvvisa e un po' brutale.

Grazie a tutti gli istruttori, Thomas, Michael, Maud, Adil, Youri, Delphine, Romain, Marie-Charlotte, David, Cindy, Nadia (più tutti gli altri i cui corsi magari non avevo occasione di frequentare), che assieme alle "guest stars" (Aurore, Nathalie, Laurent, Fabien, solo per citarne alcuni) hanno animato i nostri corsi dando sempre il massimo. Grazie a tutti gli amici con i quali abbiamo condiviso tanta energia e allegria.

E soprattutto arriverderci sotto altre insegne (che tanto lo so che prima o poi vi ritrovo tutti!)
 


Antibes particolare

Particolare come certi dettagli che spuntano dagli angoli delle ruelles della vieille ville.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
Come le sue mura che si innalzano facendola quasi sorgere dal mare.

image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
Come i dintorni che non finisci mai di scoprire.
Che ogni strada in salita è in fondo un calvario e sulla vetta spereresti sempre di trovare un "bon port".

image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com


Primo week end d'estate

Sì perché qui sulla Costa Azzurra esisitono sostanzialmete due macrostagioni: la bella (quella che ti permette di andare a prendere il sole sulla spiaggia e che di solito va da marzo a ottobre con ampi sconfinamenti fino a dicembre, per lo meno nelle ore centrali del giorno) e la brutta (quando il sole basso sull'orizzonte proprio non ce la fa a scaldare l'aria e le perturbazioni invadono il magico microclima mediterraneo della zona: gennaio e febbraio sono i mesi più critici).
Ecco quindi che spesso è proprio la fine del carnevale a fare da linea di spartiacqua tra le due macrostagioni in questione e i primi week end di marzo sono quelli che inaugurano la stagione della tintarella.
Un sabato pomeriggio alla Plage des Fossettes di Cap Ferrat e una domenica alla Plage de la Rague a Mandelieu possono farti cambiare in poche ore le prospettiva della tua visione sul mondo.
Un po' di musica e il tepore del sole sulla pelle hanno la capacità di infondere relax a sufficienza per farti assopire e levarti di dosso tutte le tensioni accumulate nei mesi più ostili.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Ogni evento significante un passaggio ha ovviamente i suoi riti, quindi a La Napoule si fa tappa innanzitutto dai gatti del molo, per rendere loro omaggio (possibilmente con una sheba), poi si prende il sentiero che fiancheggia il castello, si passa per la plage de la Raguette e si arriva infine a quella della Rague, vicino al porto omonimo.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

Ed è subito estate.


Inaugurazione Fitlane Villeneuve-Loubet

Ok, è già passato più di un mese, ma ci sono un paio di buoni motivi per riparlare proprio oggi di questo evento.
Il primo è che l'inizio di questo nuovo anno ha portato un po' di novità nell'ambito del fitness che eravamo soliti praticare. Fitnessland ha chiuso un po' brutalmente e ci siamo ritrovati ad essere iscritti unicamente a Fitlane, catena di cui fanno parte ormai ben 8 sale. 
Quella di Villeneuve-Loubet è l'ultima in ordine di tempo ad aver aperto e l'inaugurazione è avvenuta appunto il 31 gennaio scorso, con tanto di discorsi ufficiali, buffet e champagne e soprattutto con due corsi speciali tenuti in team da ottimi istruttori: una Zumba (con Kevin e Fethi) e un Body Combat (con Mike e Kevin). 
E qui si arriva appunto al secondo motivo, vale a dire che che proprio ieri è stato messo on line il video ufficiale dell'evento in cui ci siamo a più riprese riconosciuti. Eccolo:

 

A dire il vero noi del buffet non abbiamo visto niente (anche se almeno lo champagne ce l'hanno tenuto da parte), impegnati come eravamo a partecipare ai corsi sopra citati:

 

image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
I corsi hanno avuto un grande successo: grande partecipazione (nonostante il buffet), massima energia e voglia di divertirsi. Tra i partecipanti anche parecchie conoscenze, amici di Fitnessland da tempo partiti che è sempre un piacere ritrovare.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
Del resto pure gli istruttori erano per lo più delle vecchie conoscenze.

image from farm4.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com

image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
La sala di Villeneuve è molto bella, ampia e con un planning fantastico, pieno di corsi freestyle oltre a quelli che amiamo di più fra i precoreografati Les Milles. 
Peccato che i nostri orari  uniti alla distanza non ci permettano di frequentarla quanto vorremmo, ma qualcosa mi dice che (adesso più che mai) troveremo sicuramente il modo di andarci ogni tanto!


Cerimonia di chiusura del Carnevale di Nizza

C'est fini, martedì il re della Gastronomia ci ha lasciato: il suo rogo in mezzo al mare ha segnato la chiusura del carnevale di Nizza 2014.
Ma i fuochi d'artificio, spettacolari come al solito, che sono seguiti erano solo un modo per dare appuntamento all'anno prossimo, quando sarà il re della Musica a salire sul trono.

 

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

E con ciò l'inverno può considerarsi archiviato.
Domenica si va al mare!


Carnaval de Nice 2014 - Corso Carnavalesque

E' dal 14 febbraio, data dell'inaugurazione del Carnevale di Nizza 2014, che le sfilate si succedono a ritmo piuttosto serrato tra la Promenade des Anglais e il rinnovato centro di Place Masséna e del Jardin Albert 1er. Siamo arrivati quasi alla chiusura, che avverrà con la cerimonia del rogo del re Carnevale in mezzo al mare e i tradizionali fuochi di artificio, martedì 4 marzo.
Martedì ci sarà anche l'ultima delle 12 sfilate -tra Battaglie dei fiori e Corsos carnevaleschi diurni e notturni- svoltesi all'insegna, quest'anno, del "re della Gastronomia". 
I 18 carri allegorici, alternati ai tradizionali mascheroni, les "grosses têtes", a gruppi musicali, e ad artisti di strada, hanno sfilato anche questa domenica sotto un bel sole e in mezzo a una folla colorata e festante. 

Aprono i festeggiamenti i BAT (Brigade d'Animation des Tribune), incredibili acrobati e incitatori del pubblico.

image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
E' una loro esibizione sul palco attorno alla fontana d'Apollo a dare il via al conto alla rovescia che fa partire la sfilata con l'ingresso trionfale del Re e della Regina della Gastronomia, i carri uffciali del Carnevale: la Table du Roi e la Reine Charlotte, superba creazione ai frutti di bosco. Il carro del Carnavalon (per tradizione il figlio dei due sovrani) è dedicato ai dolciumi prediletti dai bambini.

image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Come al solito il tema centrale si incrocia con quello sociale e politico, mescolando nel pentolone -questa volta è proprio il caso di dirlo- assieme ai coriandoli e alle stelle filanti anche la satira e la caricatura.
Abbiamo così Le Retour de Gargantua che questa volta si dirige verso la Russia, dove ci si abbuffa di caviale, e Bocuse Imperator, che celebra la cucina degli chef tra gli chef.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
L'Oppression Gastronomique racconta la corsa degli chef per saziare la fame di Michelin e consorte e conquistare le celebri stelle; Les Tontons Bringuers celebra le bevande preferite da ogni diversa nazione; Le Nez verte ancora sul tema dei produttori di vini e Maïté, terreur du terroir sul ritorno alla cucina del territorio.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
La cantine du cours celebra la cucina Nizzarda, Professeur Culinarius profetizza le possibili
 soluzioni per nutrire le popolazioni del futuro, Junk Food ci ricorda che esiste anche il cibo spazzatura e Gibier du XXIème siècle dipinge la caccia alla preda da mettere nel proprio piatto. L'Attaque des Légumes Transgéniques descrive il ritorno alla coltivazione bio e l'esplorazione di nuove scienze.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Largo alla satira politica con L'Euro choucroute d'Angela, sull'auserity cui sono costretti gli Europei dalla ricetta tedesca e Les fromages de Hollande, con il Presidente ottimista tranquillamente seduto alla mensa dei problemi crescenti del paese.

image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Chiudono la sfilata Le Partage en Héritage, sulla lotta contro le inuguaglianze e Le Café giusta chiusura di ogni lauto banchetto!


image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com

Ogni carro è accompagnato dai mascheroni, le grosses têtes presenti al Carnevale di Nizza sin dai suoi esordi.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Alternati ai 18 carri sfilano numerosi anche musicisti, giocolieri, macchinari semoventi, gonfiabili volanti, acrobati, in un'eslposione incredibile di colori e musica. E maschere, ovviamente, non importa se complesse o molto semplici, quello che conta è che permettano di non prendersi, per una volta, troppo sul serio.

image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com


image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com