Previous month:
February 2008
Next month:
April 2008

March 2008

Into the west

Into The West
Annie Lennox
Lay down,
your sweet and weary head.
Night is falling.
You have come to journey’s end.
Sleep now, and dream
of the ones who came before.
They are calling,
from across a distant shore.
Why do you weep?
What are these tears upon your face?
Soon you will see.
All of your fears will pass away.
Safe in my arms,
you’re only sleeping.
What can you see,
on the horizon?
Why do the white gulls call?
Across the sea,
a pale moon rises.
The ships have come,
to carry you home.
And all will turn,
to silver glass.
A light on the water.
All souls pass.
Hope fades,
Into the world of night.
Through shadows falling,
Out of memory and time.
Don’t say,
We have come now to the end.
White shores are calling.
You and I will meet again.
And you’ll be here in my arms,
Just sleeping.
What can you see,
on the horizon?
Why do the white gulls call?
Across the sea,
a pale moon rises.
The ships have come,
to carry you home.
And all will turn,
to silver glass.
A light on the water.
Grey ships pass
Into the west.



 

Sacro monte di Varallo

Dopo essere stati a quello di Varese eccoci dunque a visitare il più famoso Sacro monte di Varallo. Questo è infatti il più antico e il più articolato tra i complessi di costruzioni sacre di questo genere che si trovano tra il Piemonte e la Lombardia.

percorsocappellestazione

Ideato alla fine del '400 e costruito a partire dal '500 con l'intento di riprodurre i luoghi della Terra Santa in modo da costituire un sostituto al pellegrinaggio in loco da parte dei fedeli, si distingue per l'elevato valore artistico delle sculture, degli affreschi e delle architetture, nonché per la compiutezza del progetto d'insieme, che ne fa un vero gioiello, tanto da essere diventato, assieme agli altri dello stesso genere, patrimonio dell'umanità protetto dall'UNESCO.

Questo di Varallo si trova inoltre all'interno di una riserva naturale;
 

e lo stesso percorso tra le varie capelle si snoda attraverso un giardino botanico curatissimo.

 

Il camminamento che collega le 44 cappelle ripercorre le tappe principali della vita di Gesù.

tappescalaarrivo

La particolarità consiste nel fatto che ogni stazione è popolata da sculture a grandezza naturale in terracotta policroma, curatissime nei particolari e nelle scene di vita quotidiana. Ce ne sono in tutto più di 800! Il loro valore artistico, per secoli sottovalutato come espressione di arte popolare è ora del tutto riconosciuto.


Laveno-Intra ovvero traghettando i ricordi

La prima tappa della gita del nostro lunedì di pasquetta sono state infatti le sponde del lago maggiore nel punto in cui da esse prende il largo il traghetto che collega Laveno con Intra.

Traghettata innanzitutto sul filo dei ricordi: quelli che collegano il marco alla nonna paola, quando, dolce preludio dei tepori estivi, si recava da lei a trascorrere la pasqua nella sua casa di besozzo. Il regalo più grande era farsi portare a vedere i battelli, se poi ci scappava anche la traghettata era davvero festa!!!
 

Scampata, a causa del vento gelido, alla bidonvia che sale in quota sufficientemente alta da temere l'assideramento, sopporto volentieri quello che soffia a bordo del traghetto, consolata dallo splendido panorama e cullata dalle onde del lago.

 

passaggiosul battelloaffaccio

Prossima tappa: Varallo Sesia, il sacro monte.