Previous month:
May 2007
Next month:
July 2007

June 2007

The final day

30 giugno 2007, Playradio ci ha lasciato.
Qualcuno questo interruttore lo ha spento.
A me però piace pensare che la mia radio se ne sia solo andata in vacanza, che sia volata  via verso spiagge più serene ad allietare con la sua melodia, fantasiose popolazioni abitanti regioni ai confini dei nostri sogni. E' vero che non tornerà più (nemmeno a settembreeee!!!!), ma non voglio pensarla morta.
La musica non muore mai: una volta che ti si è incisa nelle cellule non la puoi cancellare. Forse viene ricoperta dalla coltre ovattata degli inverni che si susseguono, attutita dalle spesse falde acquifere delle pimavere che le si riversano sopra, ma ti rimane lì, nel cervello, segnale elettrico che rincorre altri segnali elettrici sulle sinapsi, seguendo le strade biologiche dei ricordi.
Appunto, i ricordi... io amo inscatolare tutto per bene nella mia memoria.
Non sono molto ordinata solitamente, ma i ricordi, quelli sì che devono essere tutti belli in riga: fotografie, lettere, appunti, vecchi libri e vecchia musica, ma anche oggetti utili ormai solo ad accendere la fiammella del tempo andato (oltre che il fuoco della mia stufa!!!), sono diligentemente archiviati su supporti materiali e, da qualche tempo e ove possibile, anche digitali... non sia mai che mi scappi qualche pezzettino di vita, che mi sfugga anche solo un'occasione per risvegliare un profumo, un'emozione, un sapore, un istante di vita vissuta nel bene o nel male!
Ecco allora questa mia mania dello scatto selvaggio, dell'immortalare avidamente soprattutto quello che amo per non farmelo sfuggire di mano. Forse è uno smisurato senso del possesso che mi guida. E forse è proprio questa possessività che acuisce il senso della perdita che a volte mi prende... Probabilmente dipende dal fatto che sentimenti ed emozioni sono tanto fuggevoli e impalpabili che non mi sembra mai di riuscire a farli miei del tutto; anche se poi mi accorgo che ne sono talmente intrisa da strariparne, come una spugna rigonfia che appena impugnata libera tutto il liquido che le si era infilato in ogni pertugio...
Così è la musica, impalpabile ma invadente, ti filtra nelle fessure e si fa talmente tua da non riuscire più a distinguerla dal tuo respiro, dall'aria che emetti col fiato, che ne risuona spesso a tua insaputa.
E nell'aria che mi circonda la musica c'era sempre, presenza costante e consolatoria, arricchente e stimolante, amica e amante, maestra e al tempo stesso pupilla da allevare.
.
Oggi non più.
Oggi ho spento tutto.
Per un pò.
Domani forse metterò in funzione qualche aggeggio, ma la radio no. Non ancora.

Ecco... mi ritrovo ad aver sbrodolato fiumi di parole inutili, mentre volevo solo presentarvi il mio ultimo reportage fotografico sul Final day di Playradio... è il mio modo per salutarla e per fissare nella mia memoria anche questi ultimi momenti passati insieme ad una compagna davvero preziosa.

Il mio Final day comincia con Stefano: appuntamento fisso col mio amico del week-end (a proposito anche oggi il quiz l'ho azzeccato eh... quasi impossibile che il mio "pensiero laterale" facesse cilecca!!!, ormai era una sfida tra me e lui!!!)

 



Prosegue in compagnia della Monica



E poi del Chicco Giuliani (Gabriella presenza fugace e muta causa sciopero dei giornalisti)



Un altro lungo pomeriggio per Simone

 

 



Infine l'ultima ora, l'ultima puntata di Playtunes, con i più bei brani musicali cui Playradio è stata legata e molti intensi momenti di ringraziamenti e ricordi che nessuna immagine può riprodurre

 

The final day pochi secondiThe final day on.. playThe final day on air (2)The final day ok


Il direttore come vedete era in formissima, anche se mi è venuto il dubbio si volesse far passare per il poster che lo ritrae in posa I want you per farsi incollare alle pareti dello studio....


a un certo punto si è riunita una folla da saloon

 

e il Buono, il Brutto e il Cattivo, ne hanno approfittato per farsi uno spuntino a base di fagioli con le cotiche e tequila ad un orario finalmente consono...



un saluto speciale a Tommaso

 

 

che ci ha omaggiato della seguente chicca. Guardate un po' qui (post del 29 giugno). Questi suoni e commenti ci serviranno ad accendere un sorriso nei momenti bui...
infine, ore 20, si spengono le luci

 


 

 

e cala il sipario

The final day the endThe final day the  end

 


CIAO PLAY



 

 


.


Assunta!!!!

Evviva ho trovato lavoro!!!!
Oggi ho avuto il piacere di essere stata assunta in diretta nientepopodimeno che dal direttore di Playradio in persona, in qualità di consulente per i programmi!!!!
 
...Vabbè... è un contratto a termine, ma mi aspetto di essere remunerata in proporzione adeguata per l'impegno che profonderò in questi lunghissimi due giorni di intensissimo lavoro che mi aspettano!
Per cominciare un'aggiustatina al programma del mattino la darei...
Mi sembra che si batta un po' la fiacca...
Si sa, per quel che riguarda Salvio, ormai non ci sono speranze,


 ma ultimamente anche a livelli insospettabili si utilizza un po' troppo il divanetto...


Per non parlare dell'atmosfera da vacanza che imperversava in mattinata, con tanto di servizi fotografici


interminabili pause-caffè,


fino a giungere a momenti di vera lascivia...

Salvio bambolaTommaso bambolaBambola

Che dire di quest'altra nuova assunta?????

 


E delle esternazioni in regia???

Gli altri programmi per ora vanno benissimo: la Giada, che è splendida, e il Galla non si toccano...


MDM è perfetto, come tutta la squadra sportiva

 


e la Simona non potrebbe essere un messaggero del mattino più preparato e delicato di quanto non sia!

 


Benone anche Emilio, la Monica, il Chicco e il Simone.
Il resto della programmazione invece mi sembra un  pò carente, ultimamente. Mi riservo di studiare qualche nuova idea... qui si pecca un pò di mancanza di fantasia; bisogna che mi metta al lavoro in fretta.... non ho molto tempo...


Tempo scaduto????
Ecco... lo ri-sapevo...
Destinata a terminare ogni avventura prima ancora di cominciarla!
Mi rimetto in campo.


volare via

Vorrei volare via

sopra le nuvole


e leggére eleggerle a dimora di mora anima
animali favolosi
lì fan volo

come
comete mie mete ora
meteore che l'ora miete in nera teoria









Ancora un po' di sole...

Scusate se insisto sul tema, ma ho bisogno di trovare un pò di pace e certi scenari aiutano... il sole mi è necessario come l'aria che respiro e l'elemento liquido mi permette di galleggiare con l'animo leggero. Quindi anche ieri sono tornata al lago...
Ecco dove ho tentato di rilassarmi lo scorso pomeriggio: Navene, a pochi chilometri da casa mia, anche se si trova già in provincia di Verona; una serie di spiaggette poco frequentate, un piccolo angolo tranquillo dove l'unico suono è quello delle onde e del vento.

 

CristalloPorticcioloSpecchio

 

Già il vento... all'inizio non era una giornata molto soleggiata, il vento ha rinforzato e guardate che cosa riescono a combinare certi artisti del kyte-surf, emozionante solo a vedersi:

PlanataSalti (2)Volo!

 

comunque verso sera si è aperto un cielo splendido e davanti agli occhi avevo questo panorama


Anche i casi disperati qui trovano la quiete!!!!

 

 


Si fa quel che si può...

Ebbene sì, anche essere disoccupati può avere dei lati positivi, almeno finché la situazione non si cronicizza...
Ho deciso dunque, nell'attesa di una nuova occupazione di dedicami a una delle mie attività preferite: prendere il sole!!!!
Postazione numero uno: solarium sul tetto di casa:

 

Postazione numero due: spiaggia del lago!


Nulla a che vedere col mare, ma si vede di accontentarsi...
E qui da noi c'è davvero da sbizzarrirsi, in quanto a varietà di scorci e paesaggi.

VarcoRaggioCosta

 
Oggi ho scelto uno dei miei posticini preferiti, poco sotto il paese di Torbole, una piccola spiaggetta solitaria, lontana dai turisti chiassosi e dai surfisti ingombranti che qui pullulano, a causa della presenza di venti costanti, come la famosa "òra" del garda.

Io

 

 

E oggi in effetti era una giornata particolarmente ventosa.
Mi piace il vento, spazza via le nuvole e l'aria è subito più cristallina, il cielo più terso e il sole più puro.

 

 

Lago anche particolarmente ondoso, oggi; quello mi piace un pò meno: non ti permette delle belle nuotate, però l'acqua era calda e io adoro tuffarmi!!!

Tuffo (2)Tuffo


Si fanno anche dei piccoli incontri magici

 

 

le cose belle si riconoscono  tra loro... e volano via insieme...

BellezzeVolo

 
guardate che bel sole splendeva alla fine alto nel cielo:

 

 

ciao playradio, buon viaggio



Dimensioni

Forse hanno esagerato????
forse ho esagerato io!!!!


E comunque ho scoperto che le dimensioni sono davvero relative!!! e non mi riferisco a quelle delle ciliegie, il cui capitolo dichiaro definitivamente chiuso... almeno fino all'anno prossimo! Non mi riferisco nemmeno a nulla di sconcio... malpensanti che non siete altro!!!

Il fatto è che nel nostro universo tridimensionale tutto può essere misurato, tutto ha un'altezza, uno spessore, una profondità fisiche, che se hanno un valore assoluto matematico, diventano molto relativi se commisurati con la nostra percezione... così ci può essere chi non si definisce alto parlando come kiki dal suo metro e ottanta di altezza e chi, come la sottoscritta, si crede un watusso anche se le possono mangiare tutti sulla testa... ma tant'è... io credo comunque di aver fatto di necessità virtù dovendo camminare sempre a testa alta per guardare negli occhi il mondo: che spettacoli si vedono guardando il cielo!!!!!!

Ma quante altre dimensioni ci sono al di là di queste misere tre in cui siamo ingabbiati con il corpo?
Quanti altri universi ci sono che non si possono misurare? quello in cui si intrecciano parole e musica, che apre dei varchi insondabili nella nostra anima, come quello che mi ha regalato ieri mi; quello del sentimento che fa sbocciare fiori sulle labbra, come quello coltivato da stesania; quello del desiderio di condividere che anima voi tutti e che ci unisce attraverso tanti varchi che sono per definizione incommensurabili, prescindendo dalle distanze fisiche che ci separano.

Intanto io misuro il tempo.

 



FRUTTI SPECIALI

In questi giorni di solitudine e silenzio, non avendo nulla con cui impegnare il mio cervello -a differenza delle mie mani- ho pensato davvero tantissimo; ho cullato le mie ansie, ho coccolato i miei sogni ed ho anche navigato sull'onda di ciò che mi arrivava di queste pagine, ancorché filtrate dall'altrui lettura...
Premessa: il genere umano si può suddividere secondo tante categorie, arbitrarie o meno, condivisibili oppure no, fantasiose o scientifiche, ma quella che mi balza al cuore in questo frangente è quella tra persone speciali e persone ordinarie. Non uso volutamente il termine "normale" per il quale chi mi conosce sa che ho un'innata avversione; o meglio ho un'avversione limitata al suo utilizzo rispetto alle persone, in quanto presuppone un discrimine assai difficile da disegnare, un limite dipendente da una norma, che non si capisce bene chi dovrebbe tracciare e come...
Ordinario invece è chi non esce dai percorsi tracciati, per timore o più spesso per povertà di spirito; chi non riesce a distinguersi dalla massa perché, impoverito dalla superbia o incattivito dall'invidia, non ha nulla di Vero da donare agli altri; chi non sapendo partorire che banalità, attacca ciò che non può capire, facendo della sua limitatezza una bandiera e della sua stupidità un vessillo.

Chiusa parentesi, chiusa premessa, apro il mio cuore per dire che le Persone Speciali non hanno bisogno del riconoscimento di quelle ordinarie, le Persone Speciali brillano davvero di luce propria: non serve loro alcuno specchio né per amplificare il loro fulgore, né per riflettere la loro immagine, che si trasmette per irradiazione attraverso gli occhi di coloro che la sanno leggere!
Le Persone Speciali svolazzano sempre al di sopra di tutto e regalano a chi le sa seguire panorami sconfinati abitati dalla magia di elfi, folletti e fatine capaci di traformare una smorfia in un sorriso, un lamento in canto e una lacrima in liquido diamante che riflette i sogni e le speranze di chi possiede a sua volta le ali.
Le Persone Speciali raccolgono infine sempre i FRUTTI di ciò che hanno seminato.
Le Persone Speciali che donano per il solo piacere di donare sanno che poi tutto torna: che un sorriso regalato te ne restituisce mille o più, che una parola amica germoglia e diventa un intero romanzo, che anche un solo minuto elargito gratuitamente si espande in giorni e mesi e anni in cui le messi si susseguono floride di spighe dorate.
Soprattutto le Persone Speciali sanno riconoscersi.
Ed è quello che è successo qui, in questo Frutteto Speciale, dove ogni seme lanciato al vento ha prodotto specie favolose, alberi fantastici, ognuno con il suo frutto unico, succoso di vita, sapido dell'anima di ciascuno di voi, che vi siete ritrovati, come mi sono ritrovata io, nel solco tracciato dalla mano di una Persona davvero Speciale!
 

* * *

Per tornare a frutti meno speciali, soprattutto per chi ne ha già fatto un'indigestione fotonica, vi aggiorno sulla situazione che sto vivendo sulle colline della Valpolicella...
Dunque, avendo piovuto piovuto e ripiovuto in continuazione sulle ciliegie, le medesime, dopo aver temporaneamente goduto della situazione, ormai sono pressoché marcescenti, seppure ancora appese con tenacia ai loro rami... il raccolto continua, anche se probabilmente tornerò a casina prima del previsto...  Eccovene comunque un assaggio (queste erano ancora quelle buone!!!!)


La mia vita lassù procede da due settimane con l'unica attività dello sgobbare da mattina a sera, anche se a volte si trova il modo di rilassarsi come meglio si può e... prendere un pò di sole...



Oddio, chiamarlo sole, come vedete, è un eufemismo, finora si sono solo aperte le cateratte del cielo ed il sole non si è potuto fare altro che immaginarselo....
A dire il vero forse è meglio così, l'afa di oggi toglieva il respiro e non prometteva nulla di buono....

Ora vi saluto domattina se arrivo apro io il cancello....
Ciao a tutti amici specialissimi! sarò presto di nuovo tra voi per un altro zompetto fugace ma spero di riunirmi presto al consesso civile una volta per tutte!!!!



     



A presto!!!!

Ma davvero pensavate potessi partire senza salutare degnamente anche tutti voi??????
Il mio saluto è tutto speciale per voi, amici del blog che mi avete accolta tanto calorosamente!!!!! Il vostro affetto mi accompagnerà nelle prossime settimane e mi solleverà dalla fatica del lavoro e dall'inevitabile senso di perdita che cercherò di soffocare... nelle ciliegie!!!!!! ...purché non mi soffochi io per l'ingordigia o per qualce nocciolo ribelle...
Quando tornerò saranno cambiate un pò di cose: ci sarà un'immensa voragine da qualche parte lì, in viale Richard e anche in qualche nostro cuore... ma ho una certezza: quel cratere verrà presto riempito di fertile humus, dal quale nascerà ancora una volta qualcosa di meraviglioso!!!! Non può essere altrimenti!!!!!
Un'altra cosa mi rassicura: che al mio ritorno troverò ancora questo angolino magico che da un pò di tempo è diventata un pò una seconda casa per me. Così, nonostante questo non sia proprio un periodo sereno della mia vita e, nonostante partire sia sempre un pò morire (... il proverbio della nonna ci voleva da qualche parte!), il mio commiato mi risulta un pò più dolce.
 
Oggi ho aggiornato l'archivio fotografico con altri players, li ho aggiunti nel post precedente; nel fare ciò ho avuto un'illuminazione; guardate un pò qua:

OrchestraOrchestra (2)Orchestra (3)Orchestra (4)

Che ne dite di proporre al nostro direttore di intraprendere la carriera di DIRETTORE... D'ORCHESTRA???? Se non sbaglio una volta mi ha anche detto di aver già praticato l'attività, su un transatlantico, mi pare, boh..... provate a chiedergli che ne pensa...

 

E siccome attualmente anch'io sono in cerca di occupazione potrei propormi come orchestrale... non ho esperienze nel settore, a dire il vero, ma imparo in fretta!!!!
Che ne dite? c'è qualcun'altro di voi pronto a lanciarsi in questa impresa???? Vedete di organizzare la cosa durante la mia assenza, dai... sono sicura che la Blog Symphonic Orchestra  sarà  presto in tourneé attorno al mondo!!!

Quanto a Salvio temo non ci siano speranze: 

SalvioSalvio2

Queste le sue migliori performances di oggi in studio... si accettano idee, ma anche oboli in suo favore...
E' davvero giunto il momento per me di salutare tutti voi: grazie orso di avere sempre la parola giusta al momento giusto; grazie lory, che sbuchi fuori nei momenti in cui tutto tace; grazie paola, il tuo calore è davvero unico, grazie kiki degli exploit notturni, grazie dolce emy, grazie anna dal cuore grande, grazie splendida stesania, grazie angelo, mi, ren, assunta; ho finito gli aggettivi... ma pensatene di meravigliosi per ognuno di voi!!! Grazie anna rita, fabio, chiara, ge, cristiana, marco, elena, sara, rosy, laura, dordolo e tutti quelli che sicuramente avrò scscordato, ('mazza quanti siete... l'orchestra ci sta tutta eh....).
Grazie a tutti voi che quotidianamente continuate ad animare queste che mi piace immaginare come le pagine di un libro di fiabe incantate.
 
Grazie Luca che le scrivi
 
Un abbraccio grande a tutti voi!!!
 
Caspita mi sono accorta di non aver ottemperato ad un mio compito, nel precipitare degli eventi... ecco l'ultima partecipazione dei BBC ad Andata e Ritorno:


 

CIAOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 

 

 

 

 


Arrivederci

Ormai lo sapete, anche perché vi ho fatto una capa tanta: da domani mi tocca lasciarvi: non sarò più qui con voi a chiacchierare sul blog, non potrò godere di tutte le amenità di cui sarà senz'altro prodigo il nostro direttore e non potrò deliziare le mie orecchie con la musica di Play.
Lasciatemi dunque accomiatare come si deve dai miei amici di Playradio: un'incredibile squadra che ha saputo conquistarmi con la sua bravura, competenza e simpatia.
Grazie a tutti voi! Mi dispiace per quelli che non ho potuto fotografare, perché trasmettono da Roma, perché già latitanti (un bacio a Leonardo e a Marco), o semplicemente perché oggi non andavano in onda... Avrei voluto immortalare ognuno di loro all'interno di quella scatolina blu e arancione che racchiudeva, oltre a tutti loro, anche un pochino dei miei sogni; ma so che mi perdoneranno, sapendo che sono comunque tutti impressi nel mio cuore!
Grazie dunque a chi dal primo mattino ha saputo sempre raddrizzare ogni cosa portando un raggio di sole anche quando tutto attorno era buio; Grazie Luca Tommaso e Salvio, il vuoto che lasciate è davvero incolmabile, una voragine... e non aggiungo davvero altro...
e grazie simona che li precedeva in orari antelucani!!!



SALVIOBBC (2)BBC (3)

 

 


Scusate ma alla rassegna di cui sopra devo aggiungere un "grattacapo" da Oscar ;)))

:


Grazie a Stefano che nel week-end, novello Diogene armato di lanternino in cerca di buone notizie, è riuscito a conquistare il mio affetto, rallegrandomi l'anima, e sfidandomi con rompicapi e indovinelli... Grazie anche alla Giada, dal sorriso davvero taumaturgico, che con lui forma uno spassoso e improbabile duo di fatto che ha condito di risate i miei pranzi...

Troppo belli vero??? si sono messi in posa per me!!!
Grazie a Fabio e Francesca  che ci hanno guidato nella selva televisiva  con grande ironia e maestria; Grazie  a Marco e Petra, unici! e sempre meravigliosa la musica presentata in Playlist; grazie alla Flavia e alla Laura, splendide inquiline del mega attico all'ultimo piano; grazie a Emilio, a Giorgio, ad Andrea, a Monica, a Lorenzo, a Chicco.

Flavia e lalauraPetra1LorenzoGinex



Grazie ai già citati che nel week-end si sono dedicati a strenuanti staffette e maratone; grazie anche a Simone, sempre anche un ottimo supplente:

 

 

Grazie a chi si occupava di sport: grazie Gabriella, Massimo  e Mauro.
Ma soprattutto grazie a  tutti quelli il cui lavoro risulta forse meno evidente, ma certo non meno prezioso; a partire dai fonici. Grazie Nico, Terry, Leonardo, Maurizio, Filippo, Andrea, e a tutti quelli che probabilmente dimentico;

NicoTerryFilippo

 

 

Grazie a tutta la redazione, alle addette al centralino e alla segreteria, grazie Irene e Marta;
Soprattutto grazie a Alex e a chi si dedica alla programmazione musicale: con la loro sensibilità e competenza hanno saputo regalarmi infiniti momenti di magia, euforia o estasi profonda...

Voglio che sappiate tutti che con il vostro lavoro non avete solo fatto alzare quel fatidico angolino della bocca che trasforma una smorfia in un sorriso, ma -come ho già detto- avete regalato ad ognuno di noi un mondo intero, perchè in ogni sorriso che nasce è racchiuso tutto il senso della vita!

Sono sicura di aver dimenticato un mucchio di persone, ma le riunisco qui ora in un abbraccio collettivo: vorrei ora farvi entrare tutti in una grande bolla blu, spedirvi su un'astronave nello spazio e lanciarvi in orbita, da dove potrete per sempre continuare a suonare la musica che amo.

Perchè questa musica io la lascerò sempre suonare nel mio cuore: lì dentro nessuno la può spegnere!!!!

Barry White, China Black - Let the Music Play(live Taratata)

 

Arrivederci amici!!! Buona fortuna a tutti voi!!!! 

 

 


Ingresso con sosta

Ebbene sì... questa volta non posso sottrarmi: ci sono le prove...
Ecco cosa è successo l'altro giorno all'ingresso del nostro condominio:


Parcheggio Perfetto

Va beneeee.... mi assumo tutte le responsabilità, ma adesso... posso lasciarla parcheggiata lì l'auto???
....così non esce più nessuno!!!! :)))
 
Grazie orso eh, per aver ripreso il tutto!!!