Current Affairs

Omaggio Nazionale alle vittime del 14 luglio a Nizza

Sono tre mesi che sulla Promenade des Anglais, nonostante la vita che scorre con forza, continua ad essere presente il terribile ricordo dell'attentato che è costato la vita a 86 persone e ne ha ferite più di 400.
Tre mesi in cui è stato costante e diffuso il bisogno di partecipare con un gesto, una sosta, un pensiero, una candela, un oggetto che onorasse la memoria di chi non c'è più.
Oggi queste vittime sono state omaggiate anche dalla Nazione, nelle vesti del suo massimo rappresentante, il Presidente della Repubblica.

image from www.flickr.com
La cerimonia di omaggio nazionale alle vittime doveva aver luogo venerdì 14 ottobre sulla collina del Château de Nice, ma le condizioni meteo proibitive hanno fatto rimandare l'evento al giorno dopo. Essa si è svolta quindi sabato alle 11 sotto un cielo limpidissimo e davanti ad un mare meravigliosamente blu.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Calda, caldissima l'attesa sotto un sole che sembrava quasi volersi rifare del vento insolitamente freddo che soffiava quella sera di tre mesi fa. O forse voleva solo asciugare le ferite delle circa 2000 persone giunte al parco, per la maggior parte parenti delle vittime, o comunque persone segnate nel corpo e nell'anima da quello che hanno vissuto quella notte di tre mesi fa.

IMG_0754
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Tra le personalità politiche presenti, oltre al Presidente della Repubblica François Hollande, c'erano il suo predecessore Nicolas Sarkozy, il presidente dell'Assemblea Nazionale Claude Bartolone, esponenti politici della destra, il Presidente della Regione Christian Estrosi, gli ambasciatori dei 19 paesi che hanno contato delle vittime nell'attentato e il Principe Alberto di Monaco.

image from www.flickr.com image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
L'orchestra della Guardia repubblicana ha aperto la cerimonia intonando La Marseillaise e subito dopo il Presidente ha passato in rivista le truppe.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
La prima a prendere la parola è stata Cindy Pellegrini, rappresentante dell'associazione delle vittime Promenade des anges.

 

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Questa ragazza ha perso sei membri della sua famiglia nell'attentato. Dopo il suo discorso Julien Leclerc ha cantato la sua Utile, una canzone composta negli anni '90 che si riferisce alla dittatura cilena.

image from www.flickr.com
Il momento più toccante della cerimonia è stata la posa di 86 rose bianche attorno ad una simbolica fontana di vita mentre due voci scandivano il nome e l'età di ciascuna di loro. 

Avrei voluto fare una foto per ciascuno, ma dopo i primi scatti mi sono resa conto che non avrei proprio potuto. 86. Ed ad ogni "clac" un dolore passava dalle orecchie direttamente al cuore.
Alla fine però ho immortalato la rosa dedicata a Laurence Rasteu, che abitava nel mio quartiere ed era amica di una mia conoscente, ma che era soprattutto un'appassionata di fotografia dall'occhio un po' magico. 

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
ll discorso del Presidente ha messo l'accento sull'unità nazionale di fronte a chi vuole creare divisione ed è stato concluso dal Coro dei bambini dell'Opéra de Nice che hanno cantato La Marseiilaise.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
L'inchino alle famiglie è il modo in cui il Presidente prende commiato dalla cerimonia.

image from www.flickr.com
Mentre scendiamo dalla collina il mare che accarezza la Promenade des Anglais è sempre più blu.

image from www.flickr.com

 E' senz'altro il suo omaggio. Il mare sa sempre come fare (e conosce bene lo spazio che si trova tra il dire e il fare).


Grand Prix de Monaco in background

Non che sia necessario fare più di tanto, infatti, quando il programma è in esecuzione, a parte osservare.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
E il bello è che mentre il software gira puoi benissimo fare dell'altro, tipo mangiarti un bel piatto di pasta con salsa ai funghi, annaffiata da abbondante sangiovese (che poi non capisci più un ciufolo di chi è ai comandi di quei bolidi che sfreccciano lì sotto, ma vabbè).

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

Qualche crash è da mettere in conto, ma i dati importanti si salvano (con nome).
Quando infine il software ha terminato la sua task, i core sono più leggeri e si festeggia.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
La versione a questo punto è aggiornata, non resta che attendere la prossima release.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
 jj


Inaugurazione della Promenade du Paillon - Coulée Verte

Dopo più di due anni di lavori sabato 26 ottobre è stata inaugurata la Promenade du Paillon, la Coulée Verte, il lunghissimo parco cittadino che collega il Mamac al mare. 
Un progetto grandioso per realizzare il quale sono stati rasi al suolo un parcheggio a più piani e la stazione delle autocorriere che occupavano un'ampia zona di quello che un tempo era il letto del torrente Paillon, il cui corso è stato interrato in più fasi dal 1868 al 1972.
Con questa grande opera di rinnovamento dell'architettura urbana si sono in fondo ricostruiti gli antichi "quai" su cui si affacciavano un tempo i due fronti di facciate di palazzi, con un ritorno all'apertura prospettica di un tempo e un'ideale via di fuga verso il mare.
Il corso d'acqua è sostituito però da una lunga "colata" di verde, un prato cittadino allestito con bellissimi giochi in legno per bambini, un prato calpestabile e alberi di pregio. Un parco di 65.000 m² con olivi, magnolie, palme, arbusti e aiole fiorite ma anche gazebi sotto i quali ci si può sedere su comode sedie orientabili verso il sole.
Il parco è arricchito dallo splendido "Miroir d'eau" uno specchio d'acqua di 3000 m² su cui prendono vita dei getti che creano divertenti giochi acquatici.
Sbuffi di vapore profumato esplodono qua e là lungo il parco per culminare al Jardin Albert 1er nei pressi del monumento alla Côte d'Azur, l'Arc Monumental di Venet.

image from farm3.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.comimage from farm8.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
Ieri, dopo la cerimonia di inaugurazione uffciale avvenuta alle 10 del mattino, numerosi eventi, concerti e animazioni hanno continuato a svolgersi lungo tutto l'arco della giornata al théâtre de verdure e attraverso i giardini, per culminare nel grande spettacolo al Miroir d'eau con le esibizioni della soprano Elisabeth Vidal e del baritono Franck Ferrari sullo sfondo di giochi d'acqua e di luce sincronizzati. 

image from farm6.staticflickr.com

image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.comimage from farm8.staticflickr.com

image from farm6.staticflickr.comimage from farm8.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com


Il carnevale decolla, allacciate le scarpe da ginnastica!

Non so se è uno strascico dell'anno scorso, quando il carnevale nizzardo era dominato dal "re dello sport", fatto sta che quest'anno i festeggiamenti sono più del solito legati alle discipline sportive.
Oggi la prima domenica di carnevale si è aperta con la corsa Rock  'n Roll 10 miles, una Zumba gigante sulla Promenade des Anglais e un bagno in mare, tutti a scopo benefico.

La Rock’n’Roll Marathon Series, il più grande programma mondiale di corsa a piedi che coinvolge 25 città americane e cinque europee, aggiunge quest'anno Nizza alla lista. E lo fa proprio in occasione del Carnevale.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
La Zumba e il bagno in mare di fronte al Casinò Ruhl completano la mattinata con due eventi decisamente spettacolari!

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Non ricordo bene a beneficio di chi andassero i fondi raccolti, ma una cosa è certa: i partecipanti ne hanno tratto solo conseguenze positive!  


Perché Sanremo è Sanremo

E durante il Festival della Canzone Italiana lo è decisamente un po' di più!

Anche quest'anno la trasmissione in diretta dal Teatro Ariston ha fatto il record di ascolti. Non si sa quanto per la curiosità di ascoltare quellli che sono stati selezionati come i cantanti italiani più dotati del momento, quanto per il gossip inevitabilmente connesso e quanto per aver qualcosa di cui parlare e sparlare dal vivo e sui social network.

Ma poco importa, il Festival è l'Evento e in quanto tale trasforma la cittadina in un melting pot di artisti, fan, giornalisti, discografici, radiofonici e semplici curiosi.

Noi eravamo tra questi ultimi. L'occasione di vedere un amico si è infatti sposata benissimo con la voglia di immergersi nell'atmosfera festante che questa cittadina ligure vive per una settimana all'anno, con le luci, la folla, la musica suonata per strada e dalle postazioni temporanee delle varie radio e la possibilità di incontrare per caso un volto noto, come un cantante o un direttore d'orchestra.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Appuntamento a due passi dal Casinò all'Hôtel de Paris, dove si trovano gli studi allestiti da Radio Number One per i vari interventi e le interviste ai cantanti.

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
E' la sera della finale, tra un po' tutto sarà smantellato e la cittadina tornerà a vivere dei ritmi più consoni alla sonnacchiosa vita di provincia cui è abituata.
C'è giusto il tempo di andare a mangiare qualcosa prima che si apra il sipario sulla serata che eleggerà il vincitore.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Musica maestro, si aprano i tweet! 


Ouverture du Carnaval de Nice 2013

Ieri sera con lo spettacolo di apertura e la presentazione ufficiale del Re Carnevale (quest'anno re dei 5 continenti) è stato ufficialmente inaugurato il Carnevale di Nizza 2013.

L'ingresso del re e della sua regina in place Masséna è stato preceduto da uno spettacolo di danza aerea, dalle canzoni dei bambini delle scuole di Nizza e dal tradizionale discorso del sindaco.
Un trionfo pirotecnico attorno alla fontana di Apollo ha chiuso la serata, che è stata davvero di una potenza visiva enorme!
Qui sotto dei frammenti dello spettacolo aereo e dei fuochi artificiali. 

 

e un po' di foto della serata. 

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
Re e regina abiteranno Nizza fino al 6 marzo presentando a cttadini e ospiti numerosissime sfilate tra battaglie dei fiori, corsi notturni con i carri allegorici illuminati e tradizionali sfilate sulla promenade des anglais. Tutto il programma qui.

 


Téléthon 2012 à Nice

La città di Nizza è stata scelta quest'anno come ambasciatrice per la Francia nel rappresentare questa manifestazione giunta alla 26a edizione.
Le consuete attività di raccolta fondi a sostegno della lotta contro le Miopatie hanno per l'occasione occupato vaste aree della città, dalla piazza Gautier al Quai des Etats Unis e persino la spiaggia con numerose ore di diretta su France Télévision.

Per accompagnare la festa si sono organizzate numerose attività di folklore e associative: le maschere e le animazioni del carnevale nizzardo, le tradizioni culinarie, la creatività di pittori grandi e piccini e l'abilità dei pizzaioli acrobatici.

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
E, come da tradizione, soprattutto attività sportive. Una 24 ore di ciclismo e corsa a piedi lungo la Promenade des Anglais, il bagno mattutino in mare, canottaggio, arrampicata e la zumba gigante. E poi le dimostrazioni di arti marziali, quelle di step e handy-step, l'iniziazione al golf e l'accensione di un albero di natale grazie a delle dinamo collegate a delle biciclette.

Infine la partecipazione delle forze pubbliche, come i pompieri che hanno sollevato un'automobile con la sola forza dei loro getti d'acqua.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

 

image from farm9.staticflickr.com
Tutti gli eventi si sono svolti sotto uno splendido sole; la temperatura tiepida e il tramonto dorato hanno regalato alla festa il giusto coronamento.

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com


 

 


Concert pour le mariage princier à Monaco

Dopo le piramidi, la città proibita di Pechino e place de la Concorde, Jean-Michel Jarre, in occasione delle nozze principesche, ha fatto del principato di Monaco l'ultimo teatro per un suo spettacolo di luci e musica.

Su una scena lunga 60 metri posizionata proprio al centro del port Hercule e circondata  da 8 torri alte 35 metri il musicista ha offerto un grandioso concerto gratuito in cui si sono mescolati giochi di luci, proiezioni video e effetti pirotecnici.

L'installazione prevedeva un vero e proprio palazzo futurista di vetro e acciaio e decine di laser e riflettori puntati sui palazzi del principato. Il tutto ripreso anche da una telecamera montata su un drone colorato che volava fino a 100 metri di altezza. 

Alle 22 degli occhi luminosi hanno cominciato a scrutare il cielo e un conto alla rovescia ha scandito l'inizio dello spettacolo; gli 85.000 spettatori sono stati salutati dai novelli sposi e il musicista ha cominciato il suo concerto, in cui ha suonato ben 60 strumenti, tra cui la famosa arpa laser e riservato qualche sorpresa agli sposi, come l'intonazione della marcia nuziale,

image from farm6.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.comimage from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.comimage from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.comimage from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.comimage from farm7.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.comimage from farm7.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.comimage from farm6.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.comimage from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.comimage from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com






Coup de mer

Questa sera tornando dalla palestra ci hanno sorpreso prima il traffico decisamente anomalo (tutte le vie bloccate!) poi il rumore del mare a dir poco rabbioso..... infine, giunti a casa, guardando verso la promenade abbiamo visto le transenne e l'asfalto ricoperto da sabbia e detriti.
Ecco cos'era successo:

Al tg abbiamo sentito che è stato chiesto lo stato di calamità naturale.
.....povere spiagge, appena sistemate e allestite per la stagione entrante......